IL CIPPATO

Fa bene all'ambiente, al tuo portafoglio e al tuo umore.
  Costa poco

Il suo costo, rapportato a quello degli altri combustibili, è molto basso (fino all’80% in meno rispetto al gasolio)

  Rispetta l'ambiente

Ha zero impatto ambientale e, poiché proviene dalla ripulitura dei boschi, è una fonte inesauribile. Inoltre, il residuo di cenere che genera è molto basso, perché ha attraversato un lungo periodo di essiccatura

  Il suo calore è speciale

Il suo potere calorico e le sue prestazioni termiche sono molto simili a quello della legna crepitante del camino. Un calore che fa bene (anche) al buonumore

  Ti scalda subito!

La combustione del cippato è molto veloce, e la diffusione del calore nel tuo ambiente è immediata

IL CIPPATO

Il cippato è una biomassa derivata dal legno di provenienza agricola/forestale, ottenuto da diradamenti boschivi, tronchi, siepi campestri, residui di potature.  Questo legno viene ridotto in scaglie molto piccole (dall’inglese “chip” - scaglia) mediante apposite macchine (cippatrici). Queste macchine riducono il legno in piccolissimi frammenti e, successivamente, lo accumulano in speciali locali di stoccaggio, all’interno dei quali “riposerà” per due anni. Trascorso questo periodo di essiccatura, il cippato è pronto per la combustione.

È un combustibile combustibile ecologico ed economico. Poiché proviene unicamente dagli scarti agricoli, questo materiale è classificabile come biomassa ecologica al 100%, completamente rinnovabile e a zero impatto ambientale. Un modo green per ottenere energia termica ed elettricità, ad un prezzo notevolmente più basso rispetto al suo “collega” gasolio.