Microcippato

Ecologico ed economico. Utilizzabile in caldaie e stufe tradizionalmente alimentate a pellet

DI COSA SI TRATTA:

Si tratta di un prodotto innovativo che è utilizzabile in caldaie e stufe tradizionalmente alimentate con pellet.Il “microcippato” è un biocombustibile legnoso rappresentato da scaglie di legno di piccole dimensioni  (comprese tra i 5 e 12 mm), prodotto a partire da legno vergine di alta qualità (tronchi), frantumato e poi essiccato fino al raggiungimento di un tenore idrico inferiore o pari al 12%. La successiva vagliatura rimuove le polveri e le particelle di dimensioni troppo grandi per il corretto funzionamento degli impianti termici.

MICROCIPPATO VS PELLET

Le differenze sostanziali del microcippato rispetto al pellet sono sintetizzabili in:

  • RISPARMI ECONOMICO PER IL CONSUMATORE: l’uso del microcippato consente un risparmio economico per l’utente finale di circa il 30% rispetto al pellet. Non richiede modifiche o adattamenti delle caldaie e delle stufe tradizionalmente alimentate a pellet. L’origine locale, la limitazione dei processi di lavorazione e la commercializzazione diretta dal Produttore al Consumatore, consentono infatti un elevato contenimento dei costi e una riduzione dell’impatto ecologico del processo produttivo.
  • CERTEZZA SU NATURALITA’ DEL PRODOTTO: nel microcippato risulta facilmente visibile, anche a occhio nudo, la composizione legnosa di tutti i granuli di cui è composto, mentre nel caso del pellet ciò non è possibile.
  • ORIGINE LOCALE il microcippato è prodotto da imprese boschive locali con l’impiego di solo legname locale, mentre il pellet ha, per il 90%, origine extranazionale da Paesi del Nord e Est Europa.
  • GARANTISCE LA GESTIONE DELLE NOSTRE AREE BOSCHIVE E LA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO E INCENDI: l’uso di solo legname locale per la produzione di microcippato permette la gestione e manutenzione dei Nostri boschi, contribuendo alla riduzione dei rischi di dissesto idrogeoligico generato dall’abbandono delle pratiche selvicolturali.
  • SVILUPPO ECONOMICO ASSOLUTAMENTE LOCALE: La filiera del microcippato, basata esclusivamente sulla realizzazione di filiere corte che impiegano materie prime locali e operatori e lavoratori locali, garantisce il mantenimento della ricchezza economica nel nostro territorio rurale, mentre la produzione del pellet si concentra esclusivamente in aree extranazionali.
  • PROCESSO PRODUTTIVO CERTIFICATO: L’esigenza di realizzare un prodotto naturale con caratteristiche fisiche molto simile, in termini di dimensioni e umidità, a quelle del pellet, richiede la soddisfazione di standard commerciali molto rigidi a garanzia del corretto funzionamento degli impianti termici. Inoltre, l’esigenza di garantire l’uso esclusivo di legno locale (“a Km 0”), a supporto della manutenzione e gestione delle aree boschive e per contrastare il dissesto idrogeologico, ha richiesto lo sviluppo di un processo di certificazione che possa garantire la tracciabilità sia della materia prima che dei processi produttivi. Per questo, é stato sviluppato da iBionet, Spin Off dell’Università degli Studi di Firenze, un apposito protocollo di certificazione volontario che, per ogni produttore, identifica le aree di origine della materia prima e le sue caratteristiche chimico-fisiche. 
Cippatino
€ 2,40

Cippatino Sacchetto da 12 Kg

Cippatino
€ 108,00

Cippatino Bancale da 45 sacchi (5,4 qli)

Cippatino
€ 93,60

Cippatino Big Bag da 5,2 q.li